namaste mamma bambino

Introduzione al saluto dell’Anima, Namaskar

Nello yoga, Namaskar, conosciuto più frequentemente con il termine Namastè , è molto di più di un tradizionale saluto.

Appartiene alla categoria dei mudra, o gesto o “sigillo”, e lo viviamo proprio come un segno di rispetto molto profondo per l‘Anima che abbiamo davanti.

Si pratica  unendo i palmi delle mani davanti al viso o al petto, mantenendo le dita rivolte verso l’alto e inchinandosi, di più o di meno, verso avanti.

loto anjali mudra maternità

Il significato profondo del saluto Namaskar o Namastè

La parola नमस्कार  “Namaskar” deriva dalla radice sanscrita नमः “namaha”, che significa porgere rispetto, riverenza (Namaskar) o il saluto

Come abbiamo spiegato anche nell’articolo riguardante i 7 chakra, siamo esseri fatti di energia, questa è la base per credere che dentro ognuno di noi ci sia un’Anima, un “Divino” , questo è ciò che fa rimanere vivi!

Il saluto di Namaskar significa prioprio “Rispettare, rendere omaggio e riconoscere la divinità (anima) che vive nella persona di fronte a me“.

I benefici

C’è un aggettivo che potrebbe definire questo stupendo gesto di saluto, ed è Sattvico , ovvero puro , positivo, non contaminato. Quando ci si saluta con Namaskar si innesca un “moto energetico” tipo di connessione profonda tra le anime ed il tutto, il Divino. Questo porta sicuramente parecchi benefici e molti sono davvero “sottili”:

  • porta pace nel cuore per aprirlo all’ascolto dell’altro
  • Si stabilisce una certa energia di calma ed un equilibrio nell’ambiente
  • si impara a trarre benefici spirituali dalla connessione con gli altri
  • E’ possibile percepire la diminuzione della forza dell’Ego e dell’orgoglio superficiale

Poi vi sono quelli più “tangibili”

  • Il contatto tra i palmi rimette in collegamento i due emisferi del cervello riportando equilibrio energetico;
  • ti riporta e ti mantiene nel momento presente
  • aumenta la concentrazione mentale

Namastè tra mamme non solo a yoga

Tra neomamme, per una sorta di empatia un pochino superficiale sembra una norma salutarsi o in questo modo “Ciao ! Come state? E il bambino/a?” . Come ti sentiresti se questo saluto ti fosse proposto in una mattina dove: non hai dormito, tuo figlio ha pianto tutta la notte, tuo marito non c’era perché in trasferta e tu stai andando al consultorio perchè ti fanno male le ragadi del seno?! ….

Ecco qui vediamo che le risposte potrebbero essere parecchie!

E non siamo qui per giudicarle! Ma pensaci, se quella stessa mamma che ti ha incontrato , ti avrebbe semplicemente guardata ed unendo le mani davanti al cuore ti sussurrasse “Namaskar Mamma” ?

E dunque, perchè non portare questo saluto nella quotidianità, potrebbe veramente migliorare la qualità del buon umore e le relazioni quotidiane!

Namaskar

Se ti è piaciuto questo articolo lasciaci un commento e condividilo sui tuoi social copiando questo link

https://yogainfascia.com/2020/01/25/saluto-anima-che-e-in-te-significato-di-namaskar-o-namaste/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *