l nome sanscrito del terzo chakra, Manipura, significa gemma lucente perché brilla e irradia calore come il sole. Il suo simbolo è un loto a dieci petali,

Nel corpo, il terzo chakra è localizzato nel plesso solare, sopra le ghiandole surrenali. Questo chakra regola il sistema metabolico ed è responsabile della regolazione e della distribuzione dell’energia metabolica in tutto il corpo. Questo avviene attraverso la combustione della materia (cibo) in energia (azione e calore). L’apparato digerente è perciò parte importante di questo processo e le sue disfunzioni (diabete, ipoglicemia, ulcera dello stomaco) sono segnali del mal funzionamento di questo centro energetico.

È interessante notare che il terzo chakra è situato nella parte più morbida del busto: non ci sono ossa di fronte al plesso solare. Questo significa che l’unica cosa che tiene dritto il corpo, con i chakra allineati uno sopra l’altro, è un atto di volontà da parte della fonte energetica del corpo. Quando l’autostima è bassa, quando la volontà è spezzata, quando siamo stanchi e non abbiamo vitalità, quest’area del corpo collassa. Il chakra non è sufficientemente pieno per sostenere la parte alta del corpo. Il terzo chakra controlla dieci Vritti: Lajja (la timidezza), Pishunatà (la tendenza ad essere sadici), Iirsha (l’invidia), Susupti (la staticità, l’inerzia), Visada (la melanconia), Kasaya (l’irascibilità, la permalosità), Trishna (il desiderio di accumulare ricchezze), Moha (l’essere soggetti a folli passioni), Ghrina (il provare odio, avversione), Bhaya (la paura).

Il terzo chakra rappresenta l’Identità dell’Ego e il suo compito è l’autodefinizione. Questo tipo di identità dice “Io sono ciò che faccio” e fa identificare con la volontà, il comportamento e le azioni. Pensiamo che ogni cosa che facciamo diventi l’affermazione di chi siamo. Ricordiamoci che va bene che l’ Ego si affermi e si formi, ma è che questo è solamente un mezzo!

Il demone del terzo chakra è la vergogna che mina l’autostima, il potere personale, l’attività spontanea e la gioia.

Una personalità dominata dalla vergogna non ha posto per gli errori ed è duramente limitata nell’espansione. Quando l’autostima è poca, l’individuo si trova in un’incertezza paralizzante e non sperimenta ne movimento ne forza. Quando la corrente ascendente liberatoria si blocca al terzo chakra, la corrente discendente manifestante della coscienza aumenta: la mente domina la scena, impegnando l’energia biologica in modelli di controllo accettati e riconosciuti in schemi e rendendo l’individuo scollegato dai propri istinti.

Il riequilibrio del Terzo Chakra

Quando il terzo chakra è equilibrato, la persona presenta una vitalità piena di energia, è in grado di affrontare la vita con gioia ed entusiasmo e sente di avere il potere di rendere possibili le cose importanti per sé stesso.

Per far si che il terzo chakra sia in salute è necessario che l’individuo sviluppi la propria autonomia, indispensabile per la responsabilità personale.

Quando si ha un terzo chakra risvegliato, si collabora con gli altri in cerca di supporto e non in cerca di potere.

Come negli articoli in precedenza scritti, direi che possiamo promuovere una pratica di meditazione anche qui! Una BREVE MEDITAZIONE SUL SOLE .

Trovate un bel posto, uno che a voi davvero piace un sacco, ma che sia un posto dove Il SOLE vi possa Baciare!

Dunque chiudete gli occhi e seguite il vostro respiro, fino a che la vostra concentrazione nel punto centrale tra le sopracciglia non vi porta a visualizzare la super palla di fuoco, SURYA, in sanscrito.

Inspirando immaginate i suoi raggi luminosi, quelli che fanno bene come si dice per la Vitamina D, attraversare la vostra pelle, percepite il calore sulla pelle, sotto la pelle, attraversare i muscoli e raggiungervi fino alle ossa. Sentite come l’energia del Sole sia davvero piena di Vita e forza, questa attiva la parte maschile che è presente in ognuno di noi. Rimanete connessi con la sensazione di essere attraversati e ripieni di energia solare. Vi sentite saturi, e come se esplodesse in un campo di luce, vi connettete al tutto, intorno a voi, alla luce, all’energia e al calore del Sole, Ovunque intorno a voi.

Grazie a questa veloce e semplice pratica riusciamo a ricevere la forza necessaria per rimette in gioco la possibilità di manifestare il proprio potere e la propria autonomia. Ricordiamo che tutto è interconnesso, questo ci permette di rimanere nell’equilibrio dell’espressione del nostro Ego.

Le iscrizioni alle nuove sessioni formative

SONO APERTE!

Namastè

Micaela Responsabile

Corso di formazione insegnanti yoga in gravidanza e post parto con metodo Yoga in Fascia®

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *